MCCB vs. RCCB
MCCB vs. RCCB
Risorsa: https://www.youtube.com/watch?v=NG_kxSrVP8A

Quando si confronta un MCCB con un RCCB come dispositivo di protezione, si può dire che le differenze sono molte, perché, mentre un MCCB MCCB Il regolatore di corrente residua fornisce una protezione contro i sovraccarichi e i cortocircuiti, mentre il regolatore di corrente residua offre una protezione contro i guasti a terra ad alta sensibilità. In altre parole, un RCCB è più che altro un dispositivo di regolazione della corrente residua. Per ulteriori informazioni sugli interruttori MCCB e RCCB e sulle loro differenze, continuate a leggere qui di seguito.

MCCB RCCB Significato

Per una migliore comprensione delle differenze tra MCCB e RCCB, analizziamo il significato che ne sta alla base. Dopo aver illustrato il significato di MCCB e RCCB, confronteremo le differenze tra loro.

Che cos'è l'MCCB?

MCCB è l'acronimo di Molded Case Circuit Breaker. Si tratta essenzialmente di un tipo di interruttore che fornisce una protezione termica e magnetica contro i sovraccarichi e i cortocircuiti nei circuiti elettrici. Questo dispositivo è tipicamente utilizzato in Rete AC o DC applicazioni alimentate, dove offre protezione ai circuiti e alle apparecchiature.

Che cos'è RCCB?

RCCB è l'acronimo di Residual Current Circuit Breaker (interruttore differenziale). È un tipo di dispositivo che offre una protezione da sovracorrente ad alta sensibilità nei circuiti elettrici. Un interruttore differenziale viene utilizzato per proteggere le persone da scosse elettriche altri potenziali pericoli causati da correnti di dispersione a terra.

Ora che abbiamo visto il significato di MCCB e RCCB, vediamo le loro differenze.

MCCB vs. RCCB
MCCB Vs. RCCB
Risorsa: https://www.youtube.com/watch?v=E1a4_VVM3nY

MCCB Vs. RCCB

La differenza tra MCCB e RCCB può essere rilevata nei seguenti aspetti principali: funzionamento e costruzione, valori nominali, azioni di intervento, metodi di protezione, numero di poli e presenza o assenza di una funzione di test.

MCCB Vs. RCCB: costruzione e funzionamento

Per quanto riguarda la costruzione di un MCCB rispetto a un RCCB, possiamo dire che gli MCCB sono progettati in modo più dettagliato rispetto agli RCCB. La struttura di un MCCB è composta da elementi bimetallici, un elemento di sgancio magnetico, contatti e uno scivolo per lo spegnimento dell'arco.

D'altro canto, un RCCB è più semplice e comprende un trasformatore di correntemeccanismo magnetico e contatti o terminali. Il meccanismo magnetotermico dell'MCCB utilizza questo principio di funzionamento:

  • Quando si verifica un sovraccarico, una striscia bimetallica si espande, si piega e separa i contatti per far scattare il circuito interessato. Ciò provoca l'interruzione del flusso di corrente. Allo stesso modo, quando si verifica un cortocircuito con corrente particolarmente elevata, l'unità magnetica dell'MCCB fornisce un'azione di sgancio istantanea.
  • Un RCCB, invece, funziona sulla base del rilevamento della corrente di guasto a terra. Quando si verifica uno squilibrio nella corrente tra linea e neutro, si eccita per far scattare il circuito interessato, fornendo così una protezione contro il guasto a terra.

MCCB Vs. RCCB: valutazioni

La differenza tra MCCB e RCCB si nota anche nei diversi valori nominali. Un MCCB ha una corrente nominale superiore, fino a diverse migliaia di ampere. Confrontarlo con quello di un RCCB, che di solito è fino a 160A.

Con valori nominali di MCCB più elevati, il dispositivo è in grado di resistere a correnti di guasto che comportano correnti elevate, come i cortocircuiti. Ciò significa che l'interruttore differenziale non deve essere utilizzato da solo, ma piuttosto in combinazione con un interruttore MCCB o un altro interruttore adeguato per garantire la sicurezza del circuito.

MCCB Vs. RCCB: azione di sgancio

L'intervento dell'interruttore magnetotermico è di tipo magnetotermico, ovvero utilizza la striscia bimetallica e l'elemento di scatto magnetico per far scattare il circuito in caso di sovraccarico o cortocircuito. Un interruttore differenziale interviene quando viene rilevato uno squilibrio di corrente tra linea e neutro.

Come si può notare, i due dispositivi intervengono in modo diverso e sono utilizzati in applicazioni diverse. Ad esempio, mentre la funzione degli interruttori MCCB è quella di proteggere i circuiti e le apparecchiature da sovraccarichi e cortocircuiti, un interruttore differenziale è utilizzato principalmente per fornire protezione contro i guasti a terra e le scosse.

MCCB Vs. RCCB: Protezione

Parlando di protezione RCCB e MCCB, possiamo notare che il metodo di protezione dei due dispositivi varia in modo significativo. Un interruttore magnetotermico funziona con un meccanismo magnetotermico, il che significa che è costruito per proteggere sia dai sovraccarichi che dai cortocircuiti.

Un interruttore differenziale offre solo una protezione contro le correnti residue o la corrente di dispersione a terra e viene solitamente utilizzato per prevenire le scosse elettriche e altri pericoli causati dalle correnti di guasto a terra. Va notato che gli RCCB non proteggono da cortocircuiti.

Per una protezione completa, quindi, è importante utilizzare entrambi i dispositivi nello stesso sistema di distribuzione, come già detto. Tuttavia, oggi alcuni tipi di MCCB sono dotati anche di protezione RCCB, il che consente di evitare il fastidio di dover installare due dispositivi separati.

MCCB Vs. RCCB: Numero di poli

Il numero di poli di un dispositivo si riferisce al numero di contatti presenti in esso, e questo è un fattore importante da considerare quando si sceglie il dispositivo di protezione adatto a un'applicazione.

Un MCCB può avere diverse configurazioni per quanto riguarda il numero di poli, da MCCB a 1 e 2 poli per sistemi monofase a MCCB a 3 o 4 poli per circuiti trifase. Un interruttore differenziale è solitamente disponibile in due sole configurazioni: 2 e 4 poli.

MCCB Vs. RCCB: funzione di prova

Per garantire il corretto funzionamento dei dispositivi di protezione, è possibile prevedere un pulsante di prova o un'altra funzione di prova. L'interruttore differenziale ne è dotato. L'MCCB non ne è dotato e può essere testato solo con un dispositivo di prova.

Ma questa differenza tra MCCB e RCCB è dovuta principalmente al fatto che un RCCB fornisce una protezione contro i guasti a terra e un pulsante di prova è importante per garantire che il dispositivo funzioni correttamente.

Un interruttore magnetotermico fornisce una protezione contro i sovraccarichi e i cortocircuiti, che possono essere verificati utilizzando un dispositivo di test come un tester di isolamento o un tester di sicurezza. multimetro.

Conclusione

Quando si confronta un MCCB con un RCCB, è importante considerare i diversi valori nominali e le caratteristiche che ciascun dispositivo offre. Un MCCB può essere utilizzato per la protezione da sovraccarichi e cortocircuiti, mentre un RCCB è utilizzato principalmente per la protezione da guasti a terra.

Ci auguriamo che questo articolo vi abbia fornito una buona comprensione delle differenze tra un MCCB e un RCCB. Ricordiamo che entrambi i dispositivi forniscono un'importante protezione all'impianto elettrico e che ciascuno di essi offre vantaggi e caratteristiche distinte.

Catalogo degli interruttori automatici scatolati IGOYE
catalogo inverter
it_ITItaliano