Il interruttore automatico miniaturizzatoL'interruttore magnetotermico, comunemente abbreviato in MCB, è un dispositivo comune in molti circuiti elettrici, in particolare in quelli a bassa tensione. Questi dispositivi sono disponibili in una varietà di dimensioni e valori di tensione diversi, determinati dalle loro applicazioni. Scoprite di più sugli interruttori miniaturizzati, il loro funzionamento, le loro applicazioni e altro ancora.

Interruttore miniaturizzato (MCB)
Interruttore miniaturizzato (MCB)

Che cos'è un interruttore automatico in miniatura?

Un interruttore automatico (MCB) è un tipo di interruttore specializzato che viene utilizzato per proteggere i circuiti a bassa tensione. circuiti elettricicome quelli delle abitazioni, degli edifici commerciali e delle industrie leggere. Gli MCB sono progettati per far scattare (o aprire) il circuito quando viene superata una quantità predeterminata di corrente.

La maggior parte dei tipi di interruttori miniaturizzati oggi sono progettati per offrire capacità di interruzione da 6KA a 10KA per applicazioni domestiche o commerciali e fino a 16KA per sistemi di alimentazione industriali. In queste installazioni, gli interruttori miniaturizzati vengono utilizzati al posto dei fusibili.

Funzione dell'interruttore miniaturizzato

La funzione degli interruttori miniaturizzati è quella di fornire sovracorrente e cortocircuito protezione del conduttore: quando si verifica un sovraccarico o un cortocircuito, l'interruttore automatico scatta o apre il circuito per evitare danni ai fili. Gli interruttori miniaturizzati offrono diversi vantaggi:

  • È possibile resettare gli MCB dopo un evento di sovracorrente, eliminando così la necessità di sostituirli.
  • Offrono protezione contro le correnti di sovraccarico e di cortocircuito.
  • Gli MCB sono meno soggetti a guasti
  • Sono disponibili in una varietà di diversi valori di Ampere per soddisfare le esigenze specifiche di un circuito o di un'apparecchiatura.

Applicazioni del circuito in miniatura

L'applicazione degli interruttori miniaturizzati è molto varia e comprende sistemi di alimentazione residenziali, commerciali e industriali. In generale, gli MCB sono utili quando il carico è basso e il rischio di sovraccarico o cortocircuito è elevato. Alcune delle applicazioni più comuni degli interruttori miniaturizzati includono:

  • Protezione dei circuiti nelle abitazioni e nelle piccole imprese
  • Salvaguardia delle attrezzature industriali
  • Protezione da sovracorrenti per motori e altri carichi
  • Protezione dai cortocircuiti negli impianti elettrici

In queste applicazioni MCB, il dispositivo può svolgere il ruolo di interruttore di controllo automatico o di dispositivo di isolamento.

Costruzione degli interruttori miniaturizzati

Il tipico MCB è un'unità chiusa che contiene diverse parti. L'involucro dell'interruttore miniaturizzato è un plastica stampata alloggiamento, robusto e altamente isolante. Detto questo, la parte più importante dell'interruttore magnetotermico è il meccanismo di intervento, che consente di interrompere il flusso di corrente quando necessario.

Nella maggior parte degli MCB odierni, il meccanismo di sgancio contiene elementi termici (sensibili al calore) e magnetici (sensibili alla corrente). Questi componenti dell'MCB sono progettati per rispondere a un aumento di corrente. Altri componenti di interruttori miniaturizzati sono i seguenti:

  • Camera di spegnimento dell'arco: Questo componente contiene l'arco elettrico che si crea quando l'interruttore scatta. La camera è progettata per estinguere rapidamente l'arco in modo da non causare danni all'interruttore o all'area circostante.
  • Maniglia o interruttore: Questo componente viene utilizzato per aprire e chiudere manualmente l'interruttore.
  • Contatti: Sono le parti metalliche che completano il circuito quando l'interruttore è in posizione chiusa.
  • Alloggiamento: La plastica stampata che contiene tutti gli altri componenti.

Come funziona un interruttore automatico in miniatura?

Il tipico interruttore automatico (MCB) è un dispositivo magnetotermico. Ciò significa che utilizza sia il calore che magnetismo per funzionare. Per comprendere il principio di funzionamento di questo interruttore miniaturizzato, diamo un'occhiata ai suoi due componenti principali: l'unità di intervento termica e quella magnetica.

Intervento termico nell'MCB

Intervento termico nell'MCB
Intervento termico nell'MCB
Risorsa immagine: https://www.electricaltechnology.org/

La parte "termica" dell'MCB è un striscia bimetallica. Questa striscia è composta da due metalli con tassi di espansione diversi. Quando la corrente che attraversa l'interruttore magnetotermico sale a un certo livello, il calore generato fa sì che le due strisce metalliche si espandano a velocità diverse. La striscia si piega, facendo scattare l'interruttore e aprendo il circuito.

Nella striscia bimetallica dell'MCB possono essere utilizzati diversi metalli per provocare l'intervento termico nell'MCB, ma la combinazione più comune è acciaio e ottone. In alcuni tipi di MCB, la corrente passa attraverso la striscia bimetallica stessa, riscaldandola nel processo.

In altri tipi di MCB, una bobina avvolge la striscia bimetallica. La corrente che attraversa la bobina produce un campo magnetico che interagisce con la striscia bimetallica e la riscalda, facendola piegare e rilasciando un blocco meccanico.

Intervento magnetico nell'MCB

SGANCIO MAGNETICO MCB
Intervento magnetico nell'MCB
Risorsa immagine: https://www.electricaltechnology.org/

La parte "magnetica" dell'MCB è un solenoide. Il solenoide è una bobina di filo che si magnetizza quando viene attraversata dalla corrente. Il campo magnetico generato dal solenoide contribuisce a far scattare l'interruttore più rapidamente della sola parte termica.

Proprio come un normale interruttore automatico, l'intervento magnetico nell'MCB comporta la separazione di una serie di contatti per controllare il flusso di corrente. Quando la corrente che attraversa i contatti supera una certa soglia, il campo magnetico generato provoca l'apertura dei contatti.

Un interruttore miniaturizzato ha un'impostazione di intervento fissa e non può essere regolato. Questa impostazione è determinata dal produttore e si basa sull'uso previsto dell'interruttore. Ad esempio, un MCB domestico può avere un'impostazione di intervento di 10 ampere, mentre un MCB industriale può avere un'impostazione di intervento di 100 ampere.

In genere, gli MCB agiscono come interruttori temporizzati, intervenendo solo dopo un ritardo programmato. Ciò significa che non reagiscono a guasti di breve durata, come ad esempio la corrente di spunto di un motore. Questi tipi di guasti durano in genere solo una frazione di secondo, ma possono far scattare l'MCB se la corrente è sufficientemente elevata.

Valori nominali degli interruttori miniaturizzati

Gli interruttori miniaturizzati sono classificati in base all'amperaggio sia per la corrente nominale in Ampere che per il potere di interruzione o KA. Le classificazioni indicano diverse caratteristiche operative. Le classificazioni degli interruttori miniaturizzati sono spiegate di seguito.

Potenza nominale MCB

Il valore nominale dell'MCB è l'amperaggio massimo che l'interruttore può gestire regolarmente. In genere, questo amperaggio nominale MCB varia da un minimo di 0,5A a un massimo di 125A; dipende dall'applicazione e dalle esigenze specifiche del circuito.

MCB KA Valutazione

Il valore nominale KA dell'interruttore magnetotermico, chiamato anche valore del potere di interruzione, è l'ampere massimo che l'interruttore può gestire senza subire danni. Una regola empirica comune è che il potere di interruzione deve essere pari a diverse volte il valore nominale. Gli MCB sono classificati anche in base alla tensione. La tensione nominale degli interruttori magnetotermici varia da 120V/240V per i sistemi domestici a

Interruttore automatico miniaturizzato vs. interruttore automatico

La differenza principale tra un interruttore automatico (MCB) e un interruttore normale è la dimensione. Gli MCB sono più piccoli dei normali interruttori e sono progettati per proteggere i circuiti più piccoli. circuiti a bassa tensionecome quelli delle case e degli uffici.

Gli interruttori normali sono più grandi e progettati per proteggere circuiti più ampi, come quelli presenti in ambienti industriali e commerciali.

Gli interruttori MCB sono anche più sensibili dei normali interruttori automatici e scattano prima che la corrente diventi troppo alta. Gli interruttori normali possono percepire solo grandi variazioni di corrente.

Conclusione

Un interruttore automatico in miniatura (MCB) è un interruttore piccolo e sensibile, progettato per proteggere i circuiti più piccoli. Gli MCB sono più precisi e sensibili dei fusibili e degli interruttori normali. Sebbene possano essere più costosi dei fusibili, gli MCB rappresentano un'alternativa più conveniente ed economica nella maggior parte delle applicazioni. Non è quindi raro vedere MCB utilizzati al posto dei fusibili.

Catalogo degli interruttori automatici di trasferimento IGOYE
it_ITItaliano